Recensione del film FD: Dumbo (2019)

Regia: Tim Burton
Cast: Colin Farrell, Eva Green, Michael Keaton, Danny DeVito, Nico Parker, Finley Hobbins
Certificato: PG
Guarda Dumbo online nel Regno Unito: Disney+ / Apple TV (iTunes) / Prime Video (Acquista/Noleggia) / TalkTalk TV / Rakuten TV / Google Play / Sky Store



Tim Burton ha dato il via alla tendenza di riadattare i classici animati Disney in live-action (o qualcosa di simile) con la versione blockbuster da un miliardo di dollari del 2010 di Alice nel paese delle meraviglie. Quasi 10 anni dopo, torna a quello che ora è un mestiere ruggente per offrire la sua versione di Dumbo, il classico del 1941 su un elefante da circo che impara a volare.

Nel bene e nel male, la sua interpretazione di Alice ha aperto la strada a questi remake con un completo revisionismo, piuttosto che con nostalgia o riverenza, e in modo simile ai film successivi Malefica e il sottovalutato Pete's Dragon, questo Dumbo prende una virata diversa dall'originale. Mentre qui sono trattati vari punti di riferimento del film precedente, non c'è alcun segno di Timothy Mouse, corvi cantanti o, in effetti, alcun tipo di animale parlante.



Ambientato nel 1919, il film segue i travagli del Circo dei Fratelli Medici, che è uno dei fratelli eponimi e privo di interesse da parte del pubblico pagante. Dopo essere tornato dalla guerra, l'artista equestre ferito Holt Farrier (Colin Farrell) viene retrocesso a prendersi cura dell'elefantessa incinta Mrs Jumbo dal proprietario del circo Max (Danny DeVito).

Quando dà alla luce un bambino con orecchie innaturalmente grandi, i figli di Holt (Nico Parker e Finley Hobbins) scoprono l'incredibile dono del piccolo Dumbo. Mentre sempre più visitatori si accalcano per vedere l'incredibile spettacolo, il circo attira l'attenzione dell'imprenditore newyorkese VA Vandervere (Michael Keaton) e della sua musa trapezista, Colette (Eva Green), che incaricano la troupe di Medici per esibirsi nel loro parco a tema Dreamland .

Il film è ancora lontano dal periodo di massimo splendore creativo di Burton, ma è abbastanza strano e creativo da distinguersi dal flusso costante di remake che escono dalla Casa dei Topi. In effetti, una gag in esecuzione con il famoso annunciatore di boxe Michael Buffer come una versione di se stesso (facendo esattamente la battuta che pensi che avrebbe fatto - due volte) non sembra nemmeno la cosa più strana, anche se lo è sicuramente.

Ma come in molti dei film successivi del regista, la stranezza tonale non sembra sempre un complemento naturale alla storia in questione. È come un giro sulle montagne russe a misura di bambino, che sembra giocare veloce, sciolto e tortuoso, ma è ancora molto sui binari per tutta la durata. Potrebbe essere una costruzione consapevole, ma questo non vuol dire che sia meno coinvolgente o divertente.



Un aspetto che viene davvero alla ribalta è il trattamento degli animali vivi nell'intrattenimento, con i personaggi adulti che sono segnati dal loro atteggiamento nei confronti di Dumbo, siano essi la figura genitoriale premurosa di Farrell, l'artista insicuro di Green, il promotore volgare di DeVito o lo squalo-squalo di Keaton. futurista dagli occhi. Come ci si potrebbe aspettare, è Keaton che si scatena davvero qui, poiché il suo personaggio rappresenta una folle caricatura combinata di Donald Trump e dello stesso Walt Disney.

Ma anche se la trama reinventata dello scrittore Ehren Kruger amplifica la difficile situazione degli animali in cattività, il trattamento appariscente in CG non evoca necessariamente la stessa esplosione emotiva dell'originale animato. Le interpretazioni digitali della scena 'Baby Mine' e dei famosi elefanti rosa nella sequenza della parata sono eccezionalmente ben fatte, ma il meccanismo della trama attorno a questi ritmi non funziona abbastanza bene perché il film possa sostenere molta urgenza o slancio.



Con tutte le eccentricità del regista in mostra, Dumbo evoca sentimenti caldi e nostalgici che non sono del tutto contenuti nella proprietà Disney su cui si basa. Anche se dura un po 'a 112 minuti, è un aiuto extra di una tariffa gentilmente retrò che funge anche da favola morale leggermente elettrizzante. Tutto sommato, sembra un allontanamento sufficiente dall'originale, e ciò significa che lo prenderemo su un altro remake di Beauty & The Beat-for-Beat ogni giorno.

Dumbo (2019) è disponibile su Disney+, come parte di un abbonamento mensile di £ 7,99 o di un abbonamento annuale di £ 79,99.


Dove posso acquistare o noleggiare Dumbo online nel Regno Unito?

guardaamazoninstantbutton



dice che vuole che io sia felice