Recensione TV Netflix: Star Trek: Discovery Stagione 2, Episodio 13

Avvertimento: questo contiene spoiler per l'episodio 13 di Star Trek: Discovery Stagione 2. Non ti sei aggiornato? Guarda la nostra recensione senza spoiler degli episodi di apertura della Stagione 1 qui .



Sicuramente non per gli spettatori occasionali, questo penultimo episodio di Disco Stagione 2 è più un'opportunità per i fedeli aderenti di fare il punto sugli eventi finora, poiché gli scrittori spostano i giocatori principali in posizione per il finale della prossima settimana. Questo non vuol dire che non sia fantastico, perché lo è. A seguito dello sconvolgente cliffhanger dell'ultima puntata – in cui l'equipaggio di Discovery arriva alla conclusione che l'unico modo per impedire che i dati della Sfera cadano nelle mani di Control è distruggere la stessa Discovery – siamo trattati per l'emozionante vista dell'equipaggio di Discovery l'evacuazione (tramite corridoi - presumibilmente più veloce e più efficiente dal punto di vista energetico rispetto al teletrasporto di persone oltre sei alla volta) alla USS Enterprise.

Le scene seguono la linea sottile tra l'omaggio amorevole (sembra incredibile) e il sacrilegio (avere Georgiou sogghignando 'Orange, davvero?' potrebbe essere un passo troppo lontano per alcuni Trekker), ma non c'è un indugio auto-indulgente - è tutta una questione di storia , storia, storia. Mentre la flotta della Sezione 31, sotto il controllo di Control, si avvicina, l'equipaggio della Discovery osserva con un misto di sollievo e orrore, mentre la Sfera si protegge e impedisce alla Discovery di autodistruggersi. Tempo per un piano B.



consigli per far funzionare una relazione a distanza

come fargli paura di perderti

Ciò che escono spinge i confini della pseudo-scienza e della credibilità - un tema ricorrente in questa stagione - poiché improvvisamente sembrano sicuri di poter ricostruire la tuta mech che viaggia nel tempo dell'Angelo Rosso, colpire il cristallo del tempo potenziato e inviare Michael nel futuro (apparentemente l'unica cosa che la pseudo-scienza non può aggiustare è l'elemento DNA della tuta che è stata precedentemente pilotata dalla madre di Michael), con Discovery che la segue per nascondersi da Control in un lontano futuro.

Semplicemente tratteggiando questo piano sono in grado di fornire risposte a domande precedentemente irrisolte. La madre di Michael era l'Angelo Rosso, ma non sapeva nulla dei segnali che erano apparsi in tutto il cosmo aiutandoli nella loro lotta contro Control - ora, si rendono conto, i segnali devono provenire da Michael. Al momento giusto, appare un nuovo segnale, questa volta intorno al pianeta Xahea, casa della principessa Po. Per chiunque si chiedesse quando esattamente Tilly avesse incontrato questa odiosa regalità aliena, la risposta sta nel minisode Runaway ( nascosto sotto Trailers e altro su Netflix UK ). Po è ancora più fastidiosa ora di quanto non fosse allora – sicuramente avrebbero potuto trovare un modo diverso per caricare il cristallo temporale. Se non altro, non avevamo davvero bisogno dell'ennesimo personaggio che intasa il tempo sullo schermo.



Ma questo è un cavillo minore. Proprio come la storia ci porta in un nuovo, scioccante territorio, la ricaduta emotiva è gestita brillantemente; I principali attori di Discovery hanno deciso di rimanere a bordo per seguire Michael, il montaggio in cui lasciano in privato i messaggi finali per i loro cari è davvero commovente. La cosa più gradita è la possibilità di vedere più membri dell'equipaggio minore, in particolare il meraviglioso tenente Owosekun e il tenente Detmer, dato il dialogo effettivo oltre al rilascio di aggiornamenti di stato sul ponte.

la clausola di babbo natale su netflix



Alcuni personaggi, ovviamente, stanno uscendo dal palco a sinistra: Pike, tornando al capitano dell'Enterprise, riceve un grande discorso d'addio (di tutti i cambiamenti che Discovery ha apportato al cannone Trek, l'impatto su Pike e la sua tragica storia sono stati entrambi i più audaci e il migliore), e Tyler e Michael si baciano in lacrime. Non è così convincente la separazione di Hugh e Stamet: alla loro trama è appena stato permesso di esaurirsi, a meno che, ovviamente, il finale non fornisca più colpi di scena.

Abbiamo anche Sarek e Amanda, che saltano fuori dopo il flash psichico pre-credito di Sarek. Con tutta questa chiusura, è possibile che Michael e i suoi amici voleranno davvero in un'epoca diversa? È tutto incredibilmente allettante, non ultimo perché il franchise di Star Trek non ha sempre fatto bene questo genere di cose. Sia la Voyager che l'Enterprise, durante i loro incantesimi nel lontano futuro, erano Trek nella fase più debole. Mentre alcuni fan chiedono a gran voce che Discovery si liberi dalle catene del passato dello show, si potrebbe sostenere che la gioia di Discovery – come abbiamo visto con Pike, Mirror Universe e molto altro ancora – è nel modo in cui viene giocato con l'universo di Trek stabilito. Quanto sarebbe bello se Discovery si legasse, ad esempio, al nuovo spettacolo di Picard?

Ma ha bisogno di una soluzione anche il fatto che Spock è ancora a bordo della Discovery - forse ha un sacco di cose da fare quando Kirk prende il posto di Pike - e le visioni del futuro di Reno e Micahel potrebbero ancora entrare in gioco . Quindi, Discovery finirà nell'anno 2389 (si dice sia l'anno in cui sarà ambientata la serie Picard, 10 anni dopo Star Trek: Nemesis)? O più tardi? O rimanere al suo posto? Solo il tempo – un'intera attesa snervante per l'episodio finale – lo dirà.

Star Trek: Discovery è disponibile su Netflix UK, come parte di un abbonamento mensile di £ 8,99. I nuovi episodi della Stagione 2 arrivano settimanalmente il venerdì, entro 24 ore dalla loro uscita negli Stati Uniti.



Guarda ora su Netflix UK